Dante 700: quale musica scegliere?

Celebrare l’importante anniversario della morte del Poeta si può anche in musica; la lista delle composizioni ispirate ai suoi versi è davvero corposa e ce n’è per tutti i gusti musicali. Io comincio da due pagine brevi, “a contrasto”; la prima è di...

A ritmo di twist

Avete visto i robot che ballano il twist? Se ve li siete persi, ecco il video pubblicato con gli auguri per il 2021 dalla Boston Dynamics e ripreso da molti giornali nel mondo. L’azienda informatica, leader mondiale nei robot mobili e molto attiva nella ricerca, questa volta ha superato se stessa nell’impatto visivo prodotto dai ballerini Atlas, Spot e Handle (questi i nomi dei robot), che catturano l’attenzione e insieme...

Toast di fine anno

Il Natale in musica è arrivato con largo anticipo perché secondo le stime di Spotify, i brani a carattere natalizio sono stati parecchio gettonati già a settembre e fino ad ora molto più dello stesso periodo del 2019. Forse quest’anno le persone cercano un’atmosfera distensiva almeno nelle tracce musicali e dal sacco di Babbo Natale è possibile estrarre proposte un po’ di tutti i generi.

“Niente fermerà il Natale” canta Robbie Williams nel suo...

Beethoven 2020: Elisa o Therese? Josephine o Antonie?

Spazzate via dalla pandemia, molte iniziative del 2020 per il giubileo beethoveniano sono state riprogrammate nel 2021, sperando in bene. Beethoven ci scuserà e avrebbe senz’altro capito, perché al Maestro gli anni difficili non sono mancati; lo fu il 1787, quando perse la madre e a 17 anni divenne il sostegno economico della famiglia; il 1796, anno dei primi severi sintomi della sordità. Accanto alla crescente angoscia per un tale handicap (il 1802 è l’anno del noto Testamento) periodi di tormento gli derivarono anche dal suo complicato rapporto col mondo femminile.

Le Stelle della Scala

Gilda muore al posto del suo seduttore (il duca di Mantova) e così si compie la maledizione che aveva colpito suo padre, buffone di corte: la tragedia del Rigoletto ė annunciata sin dal “Preludio” dell’opera di Verdi con tutti quei DO ben scanditi e ripetuti (il tema della maledizione). Il finale del Guglielmo Tell di Rossini invece porta il sole, che risplende dopo le nuvole cacciate insieme all’invasore. È in questo modo, partendo dalla tragedia e auspicando un lieto fine, che si aprirà e chiuderà la serata ideata al posto della tradizionale Prima alla Scala di ogni 7 dicembre.

“A riveder le stelle”, nel nome di Dante e con la speranza nel titolo, il Teatro alla Scala proverà lunedì prossimo... 

La poupée automate

A Federico Fellini piacquero subito quei valzer dai suoni cristallini di Nino Rota - che sentì suonati dal compositore stesso - tanto che li volle per il suo Casanova (1976); di fatto “Circus-Valzer” e “Valzer-Carillon” che Rota aveva scritto per pianoforte nel 1975 diventarono la struttura musicale portante del film.

Per il centenario del regista quest’anno la pellicola è stata presentata nella versione restaurata in blu-ray; con l’occasione le musiche del Casanova felliniano sono risuonate in più circostanze, ancora pochi giorni fa in...

Musica nel piatto: cena a New York

Il nome del musicista giapponese Ryūichi Sakamoto è senz’altro meno noto della sua musica: quella l’abbiamo ascoltata tutti, almeno al cinema. Il compositore - artista eclettico di formazione classica e appassionato di tecnologia ed elettronica - è la firma di molti soundtrack tra cui L'ultimo Imperatore (che gli valse l’Oscar, il Grammy e il Golden Globe), Il piccolo Buddha e Il tè nel deserto di Bertolucci. Nel 2015 The revenant di Iñárritu. Trovate qui il suo famoso "Merry Christmas Mr. Lawrence" dal film Furyo di Nagisa Oshima, in cui Sakamoto recita anche (con David Bowie).

Il musicista vive a New York e lì, al tavolo di un ristorante, nel 2018 è nato un suo curioso...

Per Santa Cecilia

“Per te io muoio e canto / Per te che sei il mio unico amore”: la voce di Antonello Venditti canta “Cecilia”, il suo brano dedicato alla Santa che protegge i musicisti; della giovane Cecilia, nobile romana convertita, si racconta che nel giorno delle nozze, obbligate, incurante dei canti e balli pagani, cantasse tra sé, come in estasi...

La musica c’entra sempre

“Cercate di immaginare l'Italia senza la parola arte o la Russia senza le parole musica e letteratura”, così dice Aleksandr Sokurov. È il suo mese, qui a Torino, poiché il nome del regista russo figura nei programmi di Biennale Tecnologia (progetto del Politecnico torinese) e di Torino Film Festival 2020 (entrambi on line in novembre).

Le preoccupazioni di Sokurov suonano oggi...

Le chitarre del Tennessee

Nashville è stato il luogo dell’ultimo faccia a faccia Trump/Biden il mese scorso e i giornalisti scrivevano fosse la città adatta a suonarsele (politicamente), visto che la capitale del Tennessee è detta Music City. Chitarra e stivali da cowboy sono necessari per immergersi...