Dal coronavirus agli esapianeti

Viviamo in un mondo in cui l'Intelligenza Artificiale è sempre più presente, almeno per quello che i media ci fanno percepire. Nei miei due precedenti articoli su Zafferano ho fatto alcuni esempi di  cosa succede quando i Robot e l'A.I. sbagliano e l'umano non c'è più. Oggi vorrei fare due esempi opposti, in due settori apparentemente distantissimi fra loro, ma che hanno un denominatore comune: in questi casi la realtà aumentata è più affidabile di quella percepita dai nostri sensi.

Quando il Robot sbaglia …. Parte seconda

Cosa succede quando il Robot e l'A.I. sbagliano e l'uomo non è più presente? E' stato il tema del mio ultimo articolo su Zafferano, argomento che ha destato molto interesse tra i lettori, tanto da indurmi ad approfondire ulteriormente la questione con alcuni esempi e nuove riflessioni.

Essere o non essere, sui Social?

In questi giorni divampa la polemica sulla questione dell'identità in Rete ed in particolare sul fatto che gli utenti iscritti ad un determinato social network prima di “postare” possano o debbano essere preventivamente identificati attraverso i classici documenti personali.

Il Falso profondo che minaccia il mondo

Il termine in inglese è Deep Fake lo abbiamo sentito tutti o quasi nei mesi scorsi. Ne avevo accennato proprio qualche mese fa nel mio “pizzico di Zafferano” dal titolo “la storia aumentata”, ma non pensavo che in pochissimo tempo avrei dovuto ritornare sul tema a causa dell'esplosione del fenomeno.

Fintech: la Finanza aumentata

Il connubio fra finanza e tecnologia è vecchio come il mondo dell'ICT. Sono state infatti le grandi banche già negli anni '60 in tutto il mondo ad investire in potenti elaboratori per poter rendere più veloci le proprie operazioni.

Droni, che passione!

La tecnologia dei droni è, come sappiamo, di origine militare. Lo scopo, mai celato, era quello di “colpire il nemico” con la maggiore precisione possibile, evitando la perdita di vite umane da parte di chi possiede tale arma.

Quando il Chip non è cheap

Nelle giornate vacanziere di agosto, sembra d'obbligo la lettura di notizie leggere, di quelle che dopo pochi minuti sono già uscite dalla memoria a breve termine del nostro cerebro. A settembre sembra tutto più serio e composto. Dalla notizia leggera scaturisce la riflessione “pesante”. Leggo che una spiritosa proprietaria di una Tesla si è impiantata un chip sottopelle per poter controllare l'auto...

Ci metti la Faccia?

In queste ultime settimane è diventata virale la notizia relativa ad una App da scaricare sul proprio smartphone, in gradi di mostrarci che aspetto avremo fra qualche anno.

La Storia aumentata

Sono anni che si parla di Fake News e di Fake Truth: non dobbiamo stupirci del fatto che queste siano sempre esistite addirittura fin dall'Impero Romano. Chi aveva il potere, aveva anche la conoscenza ed era in grado di riscrivere la storia a proprio piacimento.