Twitter e gli amici del giaguaro

La mia presenza su Twitter risale al 2013 ma è sostanzialmente passiva, mai mi sono inserito nei processi interpersonali. A me interessa la vita culturale che qua si svolge, la limitazione delle battute ammesse costringe le persone, poco attrezzate intellettualmente, malgrado spesso siano molto colte, a sbracare e ad apparire proprio come sono.

Non si sostituisce qualcosa con niente

Zafferano.news ha compiuto 6 mesi, a Pasqua smetterà di prendere il latte materno, sarà svezzato. Zafferano è un’utopia, come per tutte le utopie, la sua sopravvivenza è affidata al nostro lavoro e ai nostri sogni. Li ha e li avrà.

Obsolescenza delle élite. Che fare?

Il 1° maggio 2019 provai una suggestione molto forte. Il menu proposto dalla Triplice sindacale per la giornata dedicata al Lavoro (quello con la L maiuscola) era basato, come al solito, sul format delle 3 C: corteo, comizio, concerto.

I giornali non sono più specchio ma selfie

Noi vecchi lettori stiamo assistendo, attoniti, alla caduta implacabile, mese dopo mese, delle vendite dei quotidiani (cartacei e digitali). Per me, innamorato del cartaceo (anche se Zafferano è digitale), è un dolore vero leggere le statistiche Ads.

Difendiamoci dalle parole di plastica

Nel numero 20 di Zafferano.news (settimanale online ove l’abbonamento è gratuito) è presente un articolo di Tommy Cappellini dal titolo «Parole di plastica senza futuro». Consiglio non solo di leggerlo, ma di soffermarcisi a lungo, vi stimolerà riflessioni profonde.

Il sogno folle di un (vecchio) millenial

Questo è un divertissement di un vecchio che finge di tornare indietro di sessant’anni e di essere un “millenial”. Un millenial la cui formazione politica è avvenuta a scuola (insegnanti di sinistra) e in famiglia: i miei genitori comprano, ogni giorno, il Corriere e un giornale di destra.