Venti secondi di musica

Lavati le mani è la novità della Banda Osiris segnalata anche dalla virologa Ilaria Capua su Twitter, perché contiene in musica le istruzioni per un corretto lavaggio che, ormai lo sappiamo tutti, deve durare almeno 20 secondi.

Un Gloria dopo l'epidemia

Dobbiamo la meravigliosa Basilica della Salute di Venezia a un ex voto alla Madonna, voluto dalla Serenissima nel periodo della peste del 1630, l’epidemia che aveva colpito Venezia e tutto il nord Italia e che I promessi sposi di Manzoni raccontano.

Scherzo di carnevale

...do, re, mi, fa, sol, la/domandiam la carità!... 
Noi siamo poveri di buona bocca/siam pronti a prendere quel che ci tocca  
Deh! soccorreteci, per carità,/che carnevale, morendo sta!

Beethoven 2020: la campagna ambientale di Ludwig

Il grande Maestro tedesco a volte si firmava in modo bizzarro, usando solo le consonanti del cognome. Quell’abbreviazione forma oggi il marchio BTHVN2020, ideato in Germania per raccogliere le iniziative del giubileo che sono tante, come qui su Zafferano ho già ricordato nel dicembre scorso quando sono iniziati i festeggiamenti per il compositore nato a Bonn 250 anni fa.

Non impedire la musica

«Sai almeno fischiare?» Ė la famosa domanda di Don Bosco a un ragazzo che proprio non sapeva fare nulla, neanche cantare. Fischiare però sì, e questo è bastato al Santo torinese per cominciare, da qualche nota zufolata insieme, un percorso di educazione alla vita, al lavoro e all’allegria.

Musica scaccia tristezza

Il terzo lunedì di gennaio è il Blue Monday, a quanto pare il giorno più triste dell’anno.
Chiunque abbia stabilito che esiste, chissà se si è chiesto quale musica ascoltare per affrontarlo: triste per essere in sintonia con la giornata o allegra per contrastarla?

Maria Callas, la Divina è tornata

Su un palcoscenico un’orchestra è pronta a suonare. Entra Maria Callas, grandi applausi e si comincia: lei canta, l’orchestra suona. Non sono immagini di repertorio, video su YouTube. No, mi riferisco a uno spettacolo di fine 2019, un concerto dal vivo, o meglio, live sono l’orchestra, il suo direttore e il pubblico, la voce della Callas è registrata e la sua figura, che c’è e sul palco sembra reale, è un ologramma, la Divina in 3D.