Il Signor Postino


Breve nota di Léon Bloy ai virologi non solo italiani

Condividi:

Cari virologi non solo italiani,

La scienza non ha detto l'ultima parola.
Sarebbe difficile precisare l'epoca in cui ha detto la prima. Saremmo tentati di credere che si tratti di un'epoca diabolicamente antica, e questa parola diabolicamente...

...che ci ricorda il racconto della Genesi, qui sta proprio al suo posto. Gli attuali scienziati poco favorevoli a Mosé e niente affatto spaventati dalle cifre, parlano, non discordando molto tra loro, di parecchie centinaia di migliaia di anni a proposito della data approssimativa di questa prima parola; e la vita è troppo breve per verificare i loro computi.

Detto tra noi, preferirei che la scienza non avesse detto mai la sua prima parola, convinto che oggi saremmo meno ignoranti e molto meno bestie. Ma questa è un'opinione personale che non impegna né i membri dell'Istituto né i professori della Sorbonne.

Ma io temo più di tutto l'ultima parola della scienza, la quale ha per natura un invincibile orrore per le manifestazioni scatologiche.

Con i miei più cordiali saluti,

Léon Bloy

© Riproduzione riservata.
Condividi l'articolo con un tuo amico o sui social network:
Zafferano

Zafferano è un settimanale on line.

Se ti abboni ogni sabato riceverai Zafferano via mail.
L'abbonamento è gratuito (e lo sarà sempre).

In questo numero hanno scritto:

Angela Maria Borello (Torino): direttrice didattica scuola per l’infanzia, curiosa di bambini
Tommy Cappellini (Lugano): lavora nella “cultura”, soffre di acufene, ama la foresta russa
Valeria De Bernardi (Torino): musicista, docente al Conservatorio, scrive di atmosfere musicali, meglio se speziate
Roberto Dolci (Boston): imprenditore digitale, follower di Seneca ed Ulisse, tifoso del Toro
Barbara Nahmad (Milano): pittrice e docente all'Accademia di Brera. Una vera milanese di origini sefardite
Riccardo Ruggeri (Lugano): scrittore, editore, tifoso di Tex Willer e del Toro
Roberto Zangrandi (Bruxelles): lobbista