"Un corteo neutro e tranquillo che man mano si ingrossa di gente comune disperata: ecco il pericolo per noi"

L’intervista dell’editore di Zafferano.news al Signor CEO, questo importante personaggio mondiale, talmente misterioso che alcuni pensano non esista neppure, ha avuto un grande successo. Ovvio che gli venisse richiesto di ripeterla.

RR: Devo riconoscere che l’avevo sottovalutata, molti nostri lettori sono rimasti basiti e affascinati dalla sua idea di “amazonizzare” la vita. Concepire un’azienda...

La resistibile ascesa di Joe Biden - INTERVISTA ESCLUSIVA

Il Signor CEO è uno strano personaggio, comparso in rete nel 2019. Tommy Cappellini ed io l’abbiamo studiato e ci abbiamo pure scritto un libro: è scaricabile, gratuitamente, a questo indirizzo. Non abbiamo mai capito se sia un personaggio reale oppure l’avatar di qualche potente. Giornalisticamente è perfetto, rappresenta il vertice della classe dominante, ma ha una dote rara: è sincero, mai si nasconde dietro il politically correct che anzi disprezza. Si è così descritto: sono la metafora di ogni metafora. Ha accettato un’intervista a Zafferano.news.

Noi a casa, voi a scuola e al lavoro

Una premessa. Questo è un Cameo personale, non coinvolge né Zafferano.news né i quotidiani cartacei o digitali che dovessero riprenderlo.

C’è chi sostiene che l’Italia, per ragioni sanitarie, dovrà fare presto un secondo lockdown. Nello stesso tempo, per ragioni economiche e di governo delle tensioni sociali, c’è chi sostiene che il Paese non può...

"Con i nostri maggiordomi operiamo solo da remoto, come Dio"

Prosegue (nonostante i malcelati insulti) l'intervista di Zafferano al Signor CEO.

Le anticipo che quella di oggi è una domanda di circostanza, più informativa che altro. Sa che fra i vostri maggiordomi-kapò ai posti di comando e la plebaglia che lavora per voi c’è molta tensione sulle regole anti Covid-19, mascherine, distanziamento, tamponi, etc.? Come si comporta Lei nella vita reale?

Siamo tutti nella fogna ma io voglio guardare le stelle

“Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano le stelle”. Quando, 15 anni fa, cessai di scambiare il mio lavoro con quattrini altrui, e cominciai a concepire il mio futuro come parziale restituzione, assunsi questa frase di Oscar Wilde, come una delle sintesi di vita. Essendo del mestiere, avevo capito subito che...

Piccola storia di un "vecchio con patologie pregresse"

Quando sei disperato devi sempre privilegiare il ridere al piangere. Un paio di settimane fa mi sono imposto un lockdown volontario. Me lo posso permettere, non devo uscire di casa per vivere, la pensione corre. Come corrono i compensi di quelli che ricevono i quattrini dallo Stato e non dal mitico Mercato, e pontificano, pontificano. Un tempo sarei stato...

"Mattone dopo mattone creeremo la Razza Amazon: docile, ottusa, asessuata e ignorante"

Prosegue senza freni, ma con fermezza, l'intervista di Zafferano al Signor CEO.

Oggi una domanda secca: da quando in qua quel birbante del suo amico Jeff investe 2 miliardi $ per scuole in quartieri svantaggiati purché su suo progetto e gestite con i metodi Amazon? Non penserà mica che io creda a queste ignobili furbate della vostra ghenga di sociopatici? Glielo chiedo perché lei è sì un bastardone come loro, ma almeno è sincero, anche perché sa che noi di Zafferano.news non siamo...

Alle élite politiche, economiche, culturali e religiose la situazione è sfuggita di mano

Osservo come questo governo gestisce il post “Virus”, ascolto il linguaggio contorto del Premier, tento di decifrare il silenzio enigmatico del Presidente: mi pare ancien régime in purezza.

Il “Virus” è stato un terremoto inatteso scaraventatosi sul modello politico, economico, culturale (CEO capitalism) dominante da 30 anni. Ora scopro che le leadership non hanno una strategia per sciogliere il dilemma cibo vs. salute. Si limitano a ripetere il ritornello “dobbiamo contemperare la salute con l’economia” ma nel frattempo hanno preso decisioni basate...

Cibo o salute? Il drammatico dilemma delle renne sami

Quando scoppiò il Virus, conoscendo bene le élite dominanti, specie i sempre più imbarazzanti radical chic, ebbi un’intuizione: dichiarai che non avrei fatto commenti verbali o scritti sulla gestione politica del Virus. Aggiunsi che non mi fidavo di questo governo: è facile “chiudere” un Paese (basta un Prefetto), difficilissimo “riaprirlo”. Occorrevano competenze managerial-politiche sconosciute ai più. Figuriamoci a un team di scelti da una piattaforma digitale e pezzi della burocrazia del Deep State. Ma proprio per questo...