Musica in parole


Un pianoforte rosa, per far festa

A Torino, dicembre è iniziato all’insegna del Torino Film Festival dove si è parlato molto di musica; la rassegna cinematografica ha dato largo spazio a significative presenze di musicisti ospiti: Paolo Conte prima di tutto e il suo film presentato da Caterina Caselli nella veste di produttrice.

Interessante la Master class di Kyle Eastwood, compositore e contrabbassista jazz che ha raccontato il proprio processo creativo a fianco del padre Clint Eastwood, e ricordato la grande influenza che su di lui ha avuto Ennio Morricone.

Musica anche con Paolo Fresu, a Torino per presentare Berchidda Live, il film sui 35 anni di Time in jazz, il festival creato da Fresu che, a sorpresa, al TFF ha portato la sua tromba e regalato al pubblico presente alla proiezione un momento musicale live molto applaudito.

Dopo l’assegnazione dei premi - su tutti il Premio Stella della Mole a Oliver Stone - il Festival si è chiuso con una serata di festa realizzata intorno a un pianoforte di colore rosa. Pieno contesto hollywoodiano si direbbe e invece no, l’atmosfera è stata tutta torinese perché lo strumento in questione era di Fred Buscaglione; per la precisione a suonarlo era il pianista della sua band.

Luogo della festa Le Roi Dancing dove il mitico cantautore nato a Torino nel 1921 e i suoi musicisti (gli Asternovas) si esibivano negli anni Cinquanta.

Finita l’epoca Buscaglione il piano rimase “in sordina”, fino a che a innamorarsi di lui fu Massimo Ranieri che nel 2014 lo portò a Roma per metterlo in scena nel suo programma Rai.

Di questi ultimi tempi è invece la decisione di riportare lo strumento a casa, a Torino.

Completamente rosa, sgabello compreso (molto tempo prima del rosa Barbie), il pianoforte è simbolo di un’epoca. Certamente legato alla vita notturna torinese passata (non mancano impronte di mozziconi di sigaretta), conserva il suo suono caldo e gradevole. Lo strumento è un mezza coda della Lipp, Casa costruttrice di Stoccarda (1831).

Sistemato finora in una sala chiusa di Le Roi, è tornato al centro della scena con questa iniziativa che ha legato cinema e musica per festeggiare il TFF 2023.

C’è da scommettere però che per lo strumento non finisca qui. I promotori della serata, Torinosette (il settimanale de La Stampa) e Le Roi in primis, hanno in mente nuova vita per lui e altre occasioni in cui il pianoforte rosa potrebbe ancora essere protagonista.


© Riproduzione riservata.
Zafferano

Zafferano è un settimanale on line.

Se ti abboni ogni sabato riceverai Zafferano via mail.
L'abbonamento è gratuito (e lo sarà sempre).

In questo numero hanno scritto:

Riccardo Ruggeri (Lugano): scrittore, editore, tifoso di Tex Willer e del Toro
Angela Maria Borello (Torino): direttrice didattica scuola per l’infanzia, curiosa di bambini
Valeria De Bernardi (Torino): musicista, docente al Conservatorio, scrive di atmosfere musicali, meglio se speziate
Roberto Dolci (Boston): imprenditore digitale, follower di Seneca ed Ulisse, tifoso del Toro
Barbara Nahmad (Milano): pittrice e docente all'Accademia di Brera. Una vera milanese di origini sefardite

+ Articoli della rubrica