La nazione del meno peggio

A un amico ho chiesto per chi avrebbe votato se fossimo andati alle urne in questi giorni, pure in mezzo alla pandemia. Mi ha risposto addirittura al plurale, con tono da osteria: "Turiamoci il naso e votiamo Giorgetti".

La drôle de guerre della Lega, il whisky, i refusi, il virus

Dal diario del Signor Direttore. Settimana 23-27 marzo.

Tocca andare di corsa anche questa volta, più della precedente. Non c'è mai tempo di cesellare articoli stile Rabelais, alla Fatto, al Foglio, paginoni Corsera / Lettura, di diventare un pensatoio stile Rep, di muoversi agilmente tra la Verità e il Dubbio, di metter giù un Manifesto (nel nostro caso, sarebbe in stile futurista). Che ne sarà di Zafferano? Non saperlo è il suo bello.